Nature e umani

NATURE e UMANI

Ecologia nella letteratura

di e con Oreste Sabadin

Letture ad alta voce, suoni di oggetti e clarinetto

Il percorso delle letture parte dagli alberi, dal bosco, dalla montagna, il legno, la pioggia. Il viaggio tra le pagine continua a valle, passa per l’acqua, la laguna, il mare e le barche. Arriva in città per ritornare poi a giocare con gli oggetti, le opere dell’uomo e gli animali.

Letture che parlano del rapporto degli esseri umani con alcuni ambienti dove si sono sviluppati forti momenti di comunicazione con gli elementi “naturali” e incrementati i reciproci adattamenti.

La chiave è sempre quella dell’invenzione letteraria, non ci sono testi teorici.

A enfatizzare il processo di “riutilizzo dei materiali”, qui protagoniste sono le storie, il modo di raccontarle e di comporre le parole, frutto del lavoro di “trasformazione” che gli scrittori fanno delle loro esperienze.

Un ultimo passaggio è quello del lettore/musicista, che, affianca la lettura a suoni di legni, oggetti, materiali di recupero e interventi al clarinetto. Rimescola le situazioni e le fa vivere ancora una volta in modo diverso. Le porge agli spettatori a cui resteranno ricordi, nessi, pezzetti e brandelli da amalgamare con i proprio pensieri per farli esistere, nuovamente riciclati, in nuovi assemblaggi e combinazioni.

Durata: 45 minuti circa

Destinatari: giovani e adulti

Spazio minimo necessario: 2×2 metri

Esigenze tecniche: presa 220 per illuminazioni da leggio

microfono se lo spazio lo richiede

Le letture e i suoni:

–       Dino Buzzati “Il segreto del Bosco Vecchio”: estratto, sui suoni del bosco.

–       Erri De Luca “Visita ad un albero”: racconto sul rapporto tra un uomo e un albero e la montagna. (Suoni: legni e oggetti di recupero. Pezzo per clarinetto solo)

–       Mario Rigoni Stern “Temporale di primavera” racconto da “Il libro degli animali”. Sul rapporto di una comunità con la natura, il bosco, la caccia, gli animali. (Suoni: pezzi di legno e clarinetto solo)

–       Claudio Magris “Lagune” da “Microcosmi”: pensieri e descrizioni di un viaggio nel tempo e nello spazio lagunare, tra natura e presenze umane. (Suoni: oggetti metallici e clarinetto solo)

–       Italo Calvino “Le città invisibili”: estratto del dialogo tra il Gran Kan e Marco Polo sul viaggio, persone e città. (Suoni: battenti su tamburo e suoni di oggetti di recupero)

–       Italo Calvino “Le città e il nome 4: Clarice” da “Le città invisibili”. Una città che si ricrea continuamente con gli stessi elementi organizzati di volta in volta in modo diverso. (Suoni: oggetti di recupero e battenti su tamburo)

–       Italo Calvio “In viaggio con le mucche” da “Marcovaldo”: estratto dal racconto su rumori della città e rapporto con gli animali. (Suoni: oggetti di recupero e clarinetto solo)

–       Gianni Rodari “La mia mucca”: poesia sul rapporto (perduto) con gli animali. (Suoni: clarinetto solo)

–       Oreste Sabadin “Il mio strumento”: parafrasi della poesia di Rodari sul clarinetto. (Suoni: clarinetto solo)

Musiche ed improvvisazioni di Oreste Sabadin

Le musiche non sono registrate SIAE