Avventuriera dell’anima. Per Alda Merini

Un racconto tra prosa e poesia concepito come un intimo dialogo, un segreto svelato. “Avventuriera dell’anima” la chiamò il poeta tarantino Michele Pierri, suo secondo marito. In questa definizione Alda Merini ben si riconosceva, aggiungendo: “… in fondo una ladra, una rubacuori, una bambina”.

con Mirko Satto alla fisarmonica.