ARMATI DI LIBRI

Coltiviamo speranze, più che certezze,
che i libri possano essere un deterrente
alla cultura della guerra


Il 24 maggio 2015 ricorre il centenario dell’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale. Accanto alle innumerevoli manifestazioni che saranno organizzate per ricordare la data Leggere per Leggere ha pensato di lanciare un’iniziativa che possa coinvolgere i lettori e le istituzioni pubbliche e private che si occupano di promuovere la lettura e i libri nell’ottica che l’Italia ha adottato dopo il secondo conflitto mondiale e sancita nell’articolo 11 della nostra Costituzione: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali (…)”
La lettura e i libri, quindi, come antidoti di una cultura di guerra, strumenti per affermare una cultura di pace e tolleranza.
àrmati di libri è un contenitore di occasioni di lettura per promuovere reading e presentazioni di libri e più in generale momenti di sensiblizzazione intorno alla lettura.
Si parla spesso del potere salvifico dei libri, della loro utilità per le vite e per le comunità. Non sappiamo se i libri possano essere un vero deterrente contro i mali del mondo, e neanche crediamo in una letteratura di servizio. Crediamo invece che i libri, promuovendo consapevolezze e aprendo finestre sul mondo, possano essere spunti di riflessioni e conversazioni per veicolare l’idea di una cultura di pace.
In anni in cui si ricomincia a sventolare libri come armi, Leggere per Leggere pensa ai libri come strumenti per disinnescare, attraverso gli approfondimenti, lontani da facili slogan e semplificazioni le idee perniciose che si nascondono spesso sotto le bandiere e gli alti ideali.
Idealmente prendiamo come esempio “Il silenzio del mare” di Vercors, un piccolo libro di 96 pagine stampato in trecentocinquanta copie e diffuso clandestinamente durante la Seconda Guerra Mondiale dalle Edition du minuit. Fatto tradurre da De Gaulle, venne paracadutato con gli aerei sull’Inghilterra perché servisse ai soldati di incitamento e diventò il simbolo della resistenza francese.
Negli anni ‘60 si cantava con ingenuità e spensieratezza “mettete dei fiori nei vostri cannoni”, erano altri tempi. Non inciteremo a “mettere dei libri nei cannoni” ma con più realismo pensiamo si debbano promuovere la lettura e i libri, non come armi, ma come pratica che può generare anticorpi nelle società alla cultura della sopraffazione.ARMAT D LBR
chi, come, cosa, quando
è un INVITO rivolto a:
Librerie, Biblioteche, Editori, Gruppi di Lettura, Lettori, Scuole, Centri Culturali, Artisti, Musicisti, Insegnanti e tutte le persone sensibili e interessate

vi INVITIAMO a organizzare:
incontri di lettura, scaffali tematici, conversazioni, vetrine a tema, set fotografici, flash mob e altri eventi di vostra invenzione
intorno alla data del 24 maggio 2015

ISCRIVETEVI ad àrmati di libri per:
partecipare all’evento in scala nazionale,
collegarsi con tutte le realtà che aderiscono
formare una catena di eventi àrmati di libri

INVIATE
un messaggio e-mail con oggetto “iscrizione armati di un libro 2015”
all’indirizzo armatidilibri@gmail.com
con nome, indirizzo, titolo dell’evento, luogo ed orari,
indicazioni pratiche, nome dei partecipanti

RICEVERETE
la conferma di iscrizione
con il materiale da stampare ed esporre
(locandina A4 e cartellino identificativo)

INSERITE
le vostre fotografie, documentazioni, titoli di libri letti, consigli di lettura,
citazioni o estratti di libri letti usati come armi contro la cultura della guerra,
sulle Vostre pagine FB, TWITTER, BLOG e SITI, e inviateci i link

CONDIVIDETE
gli eventi e le immagini sulla pagina facebook:
www.facebook.com/armatidilibri
dove ci sarà l’elenco aggiornato di tutti gli eventi e i partecipanti

INVIATE
fotografie e documentazioni alla mail armatidilibri@gmail.com
Verranno raccolte in un archivio, selezionate e inserite su
pagina facebook: www.facebook.com/armatidilibri
e tumblr: armatidilibri.tumblr.com

STAMPATE ed ESPONETE
la locandina e i cartellini personali che vi invieremo via email in formato PDF
àrmàti di libri

è un’niziativa di Leggere per Leggere
www.leggereperleggere.it
www.facebook.com/LeggereXLeggere